Centro di documentazione sull'emigrazione parmense

Mappa della provincia di Parma

Approfondimenti tematici

Contatti

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi54
mod_vvisit_counterIeri121
mod_vvisit_counterQuesta settimana523
mod_vvisit_counterLa scorsa settimana663
mod_vvisit_counterQuesto mese1252
mod_vvisit_counterLo scorso mese3241
mod_vvisit_counterTotale284629

Dati sulla popolazione e l'emigrazione dei comuni e della provincia di Parma

        I dati dell’emigrazione, rapportati alla popolazione, pongono in evidenza l’assoluto primato di Corniglio, ove emigrava un quarto dell’intera popolazione: ciò non impediva che, in un decennio, la popolazione fosse in aumento; sembra ragionevole dedurne, come del resto consente di fare il breve commento che si è riportato, che si trattasse, come un secolo prima, di emigrazione stagionale, verso la Maremma e la Corsica.
Seguiva, anche se con una percentuale della metà, Monchio, per il quale valgono considerazioni analoghe.
Quindi, dimezzando ancora la percentuale, due comuni della Bassa, Polesine e Soragna.
Sopra il tasso del 4%, Tizzano, Lesignano e Borgotaro; tra il 3 e il 4%, otto comuni, tutti della Collina e della Montagna ovest, ad eccezione di Sissa.
         [CAMERA DI COMMERCIO E INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI PARMA, Qualche notizia sull’andamento dell’agricoltura, delle industrie e del commercio in Provincia di Parma, nel 1910, Parma, Tipografia G. Ferrari e figli, 1911]



Clicca sull'immagine per scaricare il file